Günther Vogt, Progetto NFP65

Prof. Dr. h. c. Günther Vogt | Architettura del paesaggio

NFP 65 – Potenziali urbani e strategie in territori metropolitani sull’esempio dell’area metropolitana di Zurigo

Nell’ambito del progetto di ricerca NFP 65 «Potenziali urbani e strategie in territori metropolitani», la cattedra di Günther Vogt nel modulo «Territorio urbano» ha preso in esame le norme dei paesaggi e degli spazi liberi urbanizzati e urbani di rilevanza presenti nell’area metropolitana di Zurigo. A livello di regione metropolitana sono stati considerati i grandi spazi paesaggistici come il lago di Zurigo e il Seerücken, mentre a livello di spazi parziali cittadini sono stati esaminati in maniera esemplare nell’ambito di tre studi su casi concreti diversi tipi di spazi liberi urbani: il parco, la piazza e la via.

I grandi spazi paesaggistici e gli spazi liberi urbani rappresentano un’importante risorsa della regione metropolitana e sono sempre legati da un rapporto di utilizzo urbano. Se si pone in primo piano la questione dell’utilizzo di questa risorsa, questi spazi potrebbero essere interpretati anche come “common ground”, come spazi utilizzati collettivamente, il cui utilizzo è sempre soggetto a una determinata regolamentazione (stabilita collettivamente o imposta dallo Stato). Prendendo spunto da questa concezione della risorsa, le ricerche si sono concentrate principalmente sui punti di vista degli attori e quindi sul singolo utente. Lo scopo era quello di analizzare l’utilizzo effettivo dello spazio libero pubblico e la regolamentazione che lo determina.

Il primo passo è consistito nel verificare se fosse possibile un utilizzo potenziale degli spazi paesaggistici e liberi in questione come risorsa dotata di una qualità urbana, ovvero se l’urbanità edificata (lo spazio fisico, costruito) ammettesse o consentisse un utilizzo di quel tipo. A tal scopo sono state realizzate vaste rilevazioni morfologiche. In un secondo passaggio ci si è posti la domanda dell’urbanità vissuta (l’utilizzo effettivo e la concezione mentale) degli spazi allo studio, mettendo al centro dell’osservazione la prospettiva degli attori e interrogando i singoli utenti sulla loro appropriazione e utilizzo degli spazi per mezzo di vari strumenti.

Partecipanti

Günther Vogt
Rebecca Bornhauser
Thomas Kissling

Sito web

NFP65, SNF (Schweizerischer Nationalfonds)

Stato

Progetto concluso