Prof. Dr. Bryan T. Adey | Gestione delle infrastrutture

Strategie a prova di futuro per reti di trasporto resilienti contro gli eventi estremi

I rischi sistemici legati al trasporto non sono ben compresi tra modalità, regioni e settori interdipendenti critici diversi e ciò crea incertezza riguardo ai rischi derivanti da una grave interruzione del sistema. Mancano programmi di resilienza, soprattutto a lungo termine, integrati nell’infrastruttura di trasporto per via dell’incapacità di monetizzare la resilienza nelle decisioni riguardanti gli investimenti, oltre che dei forti ostacoli alla sua implementazione nella prassi operativa. L’obiettivo generale di FORESEE è quello di sviluppare e dimostrare un arsenale di strumenti affidabili e di facile implementazione al fine di fornire programmi di resilienza a breve e lungo termine contro le interruzioni del traffico dovute a inondazioni, smottamenti e danni strutturali per corridoi ferroviari e stradali e terminal multimodali. Sarà utile orientarsi verso un quadro di valutazione del rischio basato sulle prestazioni, facendo affidamento: a) su un aggiornamento riguardo alle migliori metodologie, prassi e soluzioni a disposizione con modelli, soluzioni e analisi costi-benefici sostenuti da dati, b) sullo sviluppo di soluzioni nuove per quanto concerne drenaggi, pavimentazioni stradali e smottamenti e c) su una strategia dettagliata per la sua corretta implementazione, integrata nelle consuete procedure del ciclo di vita di un’infrastruttura. Le attività di prestandardizzazione si protrarranno per tutta la durata del progetto.

L’arsenale di strumenti FORESEE comprenderà:
a) un sistema di acquisizione dei dati affidabile, satellitare e terrestre;
b) un sistema di monitoraggio situazionale per la previsione e segnalazione di eventi estremi;
c) materiali e sistemi nuovi per pavimentazioni permeabili, sistemi di drenaggio e canali sotterranei e sistemi di stabilizzazione dei pendii e;
d) un sistema di sostegno decisionale che fornisca programmi di resilienza basati su informazioni migliori, oltre che;
e) linee guida su norme, progettazione e raccomandazioni tecniche.

L’istituzione, fin dalle prime fasi del progetto, di un gruppo di riferimento di stakeholder garantirà la presa in considerazione delle richieste e l’accettazione da parte di tutti gli utenti finali. FORESEE rafforzerà la cooperazione internazionale tramite il gemellaggio con istituti di spicco mondiale.

Durata
2018 – 2021

Partner del progetto
FORESEE PROJECT PARTNERS

Attualmente lavorano a questo progetto
Dr. Claudio Martani, Dr. Clemens Kielhauser, Dr. Marcel Burkhalter, Dr. Natalia Papathanasiou, Dr. Saviz Moghtadernejad, Prof. Dr. Bryan T. Adey