Städtebau II / Entwurf und Strategie im urbanen Raum II

Institut für Städtebau, Architektur und Städtebau Vorlesungsreihe. Ab 21. Februar donnerstags, 08:00–09:30 | ETH Zürich, Hönggerberg, HCI G3. Dozent: Michael Wagner. Die Vorlesungsreihe vermittelt grundlegende Kenntnisse im Städtebau. Dabei steht die Veranschaulichung des Bezie­ hungsreichtums der Disziplin und dessen Handhabung im Planungs­ und Entwurfsalltag im Vordergrund. Es werden Continua

European – Southeast Asian Architectural Dialogue: Ker-Shing Ong (Lekker Architects Singapur) trifft Robin Winogrond (Studio Vulkan Zürich)

28. Februar 2019, 18:30 | Volkshaus Zürich, Stauffacherstr. 60. Die Diskussionspartner der nächsten Ausgabe des FCL Architekturdialogs sind beide im Bereich der Architektur und Landschaftsarchitektur tätig und stellen Themen wie Orte, Atmosphäre und Natur im urbanen Raum in den Vordergrund ihrer Arbeit. Anhand von Beispielen werden sie Motivation, Continua

Städtebau I: Entwurf und Strategie im urbanen Raum I

Vorlesungsreihe ab 20. September donnerstags, 08:00–09:30 Uhr | ETH Hönggerberg, HPH G1. Dozent: Michael Wagner. Die Vorlesungsreihe vermittelt grundlegende Kenntnisse im Städtebau. Dabei steht die Veranschaulichung des Beziehungsreichtums der Disziplin und dessen Handhabung im Planungs- und Entwurfsalltag im Vordergrund. Es werden zentrale Fragestellungen und Themenschwerpunkte der zeitgenössischen Städtebaupraxis und -theorie aufgezeigt. Ziel ist die Vermittlung Continua

Planen für die offene Stadt

Kees Christiaanse gehört zu den renommiertesten Städteplanern. Nach 15 Jahren als Professor an der ETH Zürich wurde er diesen Sommer emeritiert. Viel ändern werde sich dadurch nicht, sagt er. In seinem Berufsstand gewinne man mit dem Alter. Deshalb wird er weiterhin für sein Ideal der offenen Stadt planen. Continua

Urban and Rural Transformations, Addis Ababa, 2016. © Sascha Delz, ETH Zürich.
Trasformazioni urbane e rurali, Addis Abeba, 2016. © Sascha Delz, ETH Zürich

Informazioni sul dottorato

Il Dottorato di ricerca in Studi urbani e del paesaggio presso l’Istituto di studi urbani e del paesaggio del Dipartimento di Architettura affronta temi contemporanei relativi alla trasformazione urbana e ambientale. La ricerca abbraccia le discipline dell’architettura, dell’architettura del paesaggio, della progettazione urbana, della pianificazione territoriale e delle scienze sociali. Si concentra sulla produzione del paesaggio, sul territorio e sugli insediamenti umani a diversi livelli, da quello locale a quello globale. Questo può comprendere studi sul paesaggio e sulle ecologie progettate, strategie di progettazione, produzione di energia e di cibo, scorte e flussi di materiali, salute e sviluppo socioeconomico.

Il dottorato mira a promuovere un dibattito critico, affrontando in modo qualitativo e quantitativo sfide ambientali e sociali urgenti, e promuove una ricerca indipendente, innovativa e proattiva impegnata verso i processi di cambiamento ambientale nel loro più ampio contesto culturale, economico, politico, sociale, storico e teorico.

Il programma è strutturato come una ricerca collettiva continua; ogni semestre è unico e si raccomanda ai candidati di partecipare ad almeno due semestri consecutivi (il semestre autunnale e il semestre primaverile successivo). Considerando che i paesaggi combinano aspetti socio-economici, infrastrutturali ed ecologici, il semestre autunnale adotta una prospettiva analitica che si concentra su scienze sociali, pianificazione territoriale, infrastruttura e tecnologia, mentre il semestre primaverile introduce una prospettiva orientata al design e pone l’accento sulla pratica dialogica, partecipativa ed ecologica.

Cattedre partecipanti

  • Cattedra di Storia e teoria urbanistica, Prof. Dr. Tom Avermaete
  • Cattedra di Architettura del paesaggio, Prof. Dr. Teresa Galí-Izard
  • Cattedra di Architettura del paesaggio, Prof. Christophe Girot
  • Cattedra di Architettura e urbanistica, Prof. Hubert Klumpner
  • Cattedra di Architettura e trasformazione urbanistica, Prof. Freek Persyn
  • Cattedra di Sociologia, Prof. Dr. Christian Schmid
  • Cattedra di Architettura e pianificazione territoriale, Prof. Milica Topalovic
  • Cattedra di Architettura del paesaggio, Prof. Günther Vogt

Sebbene sia auspicabile un allineamento generale con i programmi di ricerca e le competenze delle rispettive cattedre, il dottorato è aperto anche a candidati che si presentano con il proprio argomento di ricerca. Non contattare i professori direttamente. Le candidature devono essere indirizzate all’intera facoltà e sono valutate esclusivamente in relazione al loro contenuto.

Qualifiche, occupazione e altri criteri

Alla data di scadenza del bando i candidati devono essere in possesso di un master universitario (equivalente a FHEQ-Level 7) in architettura, architettura del paesaggio, progettazione urbana, pianificazione urbana, scienze sociali o settori affini.

Il dottorato prevede un finanziamento di tre anni. I candidati selezionati saranno assunti al 100% e riceveranno un contratto di dottorato presso il Politecnico Federale di Zurigo con stipendi mensili secondo la «fascia standard». Per un calcolo dettagliato degli stipendi, fare riferimento qui.

Durante il dottorato è richiesta la residenza a Zurigo ed è obbligatoria un’adeguata conoscenza della lingua inglese (sia parlata che scritta).

Processo di candidatura

  • DEADLINE EXTENDED to 22 March 2022, 23:59 CET in solidarity with students facing war and conflict situations across the world.
  • Metà aprile 2022: comunicazione ai candidati ammessi ai colloqui.
  • Fine aprile 2022: colloqui con i candidati.
  • Inizio maggio 2022: comunicazione ai candidati selezionati.
  • 1° ottobre 2022: inizio del dottorato.

Documenti per la candidatura

  • Lettera di motivazione (1 pagina).
  • Descrizione generale del progetto di ricerca (max. 4 pagine, + max. 3 illustrazioni, + bibliografia + timeline di progetto).
  • Curriculum vitae (incluse pubblicazioni, portfolio, selezione di lavori eseguiti, max. 10 pagine).
  • Testo pubblicato se disponibile (1 testo, max. 15 pagine).
  • 1-2 lettere di referenze.

Candidature incomplete e/o con un numero di pagine superiore a quanto richiesto non saranno considerate. Tutti i documenti devono essere presentati in inglese. Il dottorato accetta esclusivamente candidature presentate attraverso il portale di candidatura online. Le candidature inviate via e-mail o posta non saranno considerate.

Maggiori informazioni

I candidati sono invitati a fare riferimento alle Domande frequenti (FAQ) prima di rivolgersi ai coordinatori del programma. Solo per domande che non possono essere affrontate attraverso le FAQ contattare Nitin Bathla o Seppe De Blust a lus@arch.ethz.ch . Le richieste inviate a qualsiasi altra email non verranno prese in considerazione.

Domande frequenti