Rendere possibile la trasformazione: l’unione di progettazione e pianificazione del paesaggio per la promozione del placemaking in aree periurbane in un contesto di crescente globalizzazione.

Un’urbanizzazione senza precedenti sta minacciando la diversità del paesaggio, facendo emergere nuovi problemi sociali e ambientali. Business center, zone residenziali unifamiliari e centri commerciali standardizzati scalzano superfici agricole altamente produttive, mentre la cultura e lo stile di vita delle comunità locali vengono assorbiti dalla globalizzazione. Le persone stanno perdendo il senso di appartenenza territoriale e la motivazione ad avviare processi di cambiamento. Il risultato è un enorme aumento della fragilità di questi nuovi paesaggi del XXI secolo, che richiede un processo di progettazione del paesaggio attivo e creativo per garantire la fornitura a lungo termine di servizi ecosistemici critici. Questo progetto contribuirà a creare una nuova generazione di strumenti e metodi atti a favorire lo sviluppo di paesaggi resilienti. Alla fine i metodi e gli strumenti che ne scaturiranno aiuteranno le persone a trasformare i paesaggi periurbani in modo intenzionale.

I principali obiettivi del progetto:
1. Ottenere prove empiriche di schemi ricorrenti e processi di placemaking
2. Sviluppare uno strumento operativo per attivare una modifica intenzionale del paesaggio che generi un senso di appartenenza territoriale
3. Analizzare e prevedere il ruolo del placemaking in un contesto di crescente globalizzazione per formulare raccomandazioni